Il seminatore (da Millet), 1890

van Gogh, Il seminatore (da Millet), 1890

Sei mesi -precisamente dal 7 ottobre 2017- nei quali saranno esposte oltre centoventi sue opere tra dipinti e disegni. Un van Gogh tra grano e cielo illuminerà le giornate vicentine, la cura è quella di Marco Goldin. La mostra nasce da un recente accordo tra il Comune di Vicenza, Marco Goldin stesso e la sua Linea d’ombra. Il curatore trevigiano -che aveva già curato tre esposizioni nel capoluogo berico dal 2012 al 2015- questa volta presenterà un progetto monografico su Vincent van Gogh dal taglio “particolare” che “permetterà ai visitatori di ripercorrere in modo inedito l’intera vita del pittore”. Partendo dal disegno. Questo infatti non era considerato dal pittore olandese preparatorio al dipinto bensì una forma d’arte a se stante. A Vicenza si assisterà così a una mostra che avrà come scopo primario quello di mettere in relazione ottanta disegni (esposti a rotazione) e quarantacinque dipinti del pittore. Il nucleo portante di opere arriva dal Kröller-Müller Museum di Otterlo.

Vincent van Gogh, Vecchio che soffre, 1882

Vincent van Gogh, Vecchio che soffre, 1882

Vincent van Gogh, Il seminatore, 1882, inchiostro nero e acquerello su carta, mm 610 x 400. Amsterdam, Kunsthandel P. de Boer

Vincent van Gogh, Il seminatore, 1882, inchiostro nero e acquerello su carta, mm 610 x 400. Amsterdam, Kunsthandel P. de Boer

Comments are closed.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
x
saluto